“Qual’ è l’ anima dell’ AVO, del volontariato? Questa energia non nasce dal singolo ma da una “ comunità sanante” di cui ognuno di noi è responsabile per la sua parte, ma tale parte è essenziale per la comunità dei volontari… Ognuno dei componenti deve trovare la pace nel cuore e sperimentarla quotidianamente con l’ altro volontario. Se non c’è, prima di svolgere volontariato bisogna ricostituirla. Non vi è posto per preconcetti, rivalità, imposizioni; tra i volontari va cercata con tenacia quotidianamente e trovata la RECIPROCITÀ, altrimenti come si fa ad “esportare” una cosa che non c’è?”